• In Offerta!
  • -35,1%
NOVAGO%10CPR 50MG

NOVAGO*10CPR 50MG

7,50 €
4,87 € Risparmi il 35,1%
50 MG COMPRESSA10 COMPRESSE
Quantità

categories:
Reference:

042229017

Una compressa contiene Principio attivo: dimenidrinato 50 mg Eccipienti: lattosio monoidrato 75 mg Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

Eccipienti


Amido di mais, Lattosio monoidrato, Talco, Magnesio stearato.

Indicazioni Terapeutiche


Antivomito, antinausea, antivertigine nelle cinetosi.

Controindicazioni/Effetti Indesiderati


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti o ad altri antistaminici. Gravidanza e allattamento Neonati pretermine e a termine.

Posologia


Adulti e adolescenti (da 13 anni a 18 anni di età)1 compressa mezz’ora prima del viaggio; se necessario ripetere la dose dopo 3-4 ore, fino ad un massimo di 4 compresse nelle 24 ore. Bambini (da 6 anni a 12 anni di età) Mezza compressa mezz’ora prima del viaggio; se necessario ripetere la dose di mezza compressa dopo 6-8 ore, fino ad un massimo di 2 compresse (4 mezze compresse) nelle 24 ore. Le compresse presentano una linea di frattura che rende agevole la loro suddivisione in due metà.

Avvertenze


Usare con cautela nei soggetti affetti da glaucoma, ipertrofia prostatica, altre sindromi di ritenzione urinaria, ostruzione intestinale, asma bronchiale, epilessia. Novago contiene lattosio: usare con cautela in pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit di Lapp lattasi, o da malassorbimento di glucosio/galattosio.

Interazioni


Il dimenidrinato potenzia gli effetti di: • agenti depressivi del Sistema Nervoso Centrale, quali alcool, barbiturici, altri ipnotici, sedativi o tranquillanti. In caso di assunzione concomitante di tali sostanze, si deve prestare attenzione allo scopo di evitare fenomeni addittivi di sedazione; • farmaci anticolinergici, inclusi gli antidepressivi. Qualora somministrato in concomitanza ad antibiotici aminoglicosidici o altri farmaci ototossici, il dimenidrinato può mascherare i primi sintomi di ototossicità, la quale può rilevarsi solo quando il danno è irreversible.

Effetti Indesiderati


Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati di dimenidrinato, organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Le frequenze stimate degli eventi si basano sulla seguente convenzione: molto comune (>1/10); comune (≥ 1/100, < 1/10); non comune (≥ 1/1.000, < 1/100).
Classificazione Sistemica Organica Molto comuni Comuni Non comuni
Disturbi del sistema immunitario   Reazioni cutanee  
Disturbi del metabolismo e della nutrizione   Anoressia  
Disturbi psichiatrici     Insonnia (specialmente nei bambini)
Euforia
Patologie del sistema nervoso Sedazione Cefalea Vertigini
Sonnolenza Tremori
Patologie dell’occhio   Disturbi dell’accomodazione  
Patologie cardiache     Tachicardia
Patologie vascolari     Ipotensione
Patologie gastrointestinali   Secchezza delle fauci  
Nausea
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo   Fotosensibilità  
Patologie renali e urinarie   Disturbi della minzione  
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione     Astenia

Sovradosaggio


Sintomi Sedazione che può variare da un lieve intontimento ad un sonno profondo. Sono segnalati sintomi psicotici. Nei bambini possono verificarsi, in seguito a sovradosaggio, stati di eccitazione, insonnia, nervosismo, tachicardia, tremori, mioclonie, convulsioni. Trattamento Se il farmaco è stato assunto di recente praticare un lavaggio gastrico. In caso di grave ipotensione somministrare destrano 70 per infusione endovenosa. Potrebbe essere necessario provvedere ad una terapia sintomatica.

Gravidanza ed Allattamento


Non somministrare il medicinale durante la gravidanza. Non se ne consiglia l’uso in neonati e prematuri, nonché durante l’allattamento.
042229017
10 Articoli
Nuovo prodotto

Registrazione

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password